Il progetto Dumas: la nostra proposta

 

Perché progetto Dumas? Perché Alexandre Dumas era un grande scrittore, che conosceva tutti i trucchi del mestiere, anche quelli di affidarsi a collaboratori e agenzie letterarie. Lui da solo era un'industria editoriale. Un vero modello per tutti.

Tre sono i possibili destini di un manoscritto.

1 - Rivolgersi a editori a pagamento o a stampatori

Puoi affidare la tua opera ad un editore a pagamento o ad uno stampatore che ha acquisito la possibilità di applicare codici ISBN. Una volta accettata l'idea che un editore a pagamento non è un "vero" editore, possiamo ammettere che soddisfa le esigenze di molti. Se l'autore non si fa eccessive illusioni e si impegna per la promozione del proprio libro, la scelta di un editore a pagamento può essere appagante. Può essere utile se non si ha l'ambizione di diventare "autori" famosi (e distribuiti) ma si ha necessità, più semplicemente, di pubblicare un libro da diffondere presso amici o pubblici molto specializzati o locali. In questi casi un buon editore a pagamento (che non sia un venditore di illusioni) può essere un'alternativa persino consigliabile.

2 - Spedire agli editori

Questa è ovviamente la soluzione naturale. Ma purtroppo, tutti gli "esordienti" lo sanno, non è facile, oggi, poter sperare nella pubblicazione presso un editore in tempi ragionevoli. Può succedere, ma i tempi di risposta potrebbero essere lunghi e l'eventualità è comunque bassa, anche se esiste sempre. Questo accade perché gli editori "veri" che si sobbarcano il rischio imprenditoriale della stampa e soprattutto della distribuzione del libro (che è il costo principale), dedicano una quota minima della loro attività alla scoperta di esordienti. Per lo meno questa è la situazione attuale. Con ciò non si vuole assolutamente sconsigliare l'invio di manoscritti agli editori, anzi questo è lo sbocco naturale di ogni autore. La spedizione paziente, ripetuta, è una pratica alla quale l'autore esordiente non può assolutamente sottrarsi. Ma, come si diceva, i tempi di risposta possono essere lunghi e bisogna prepararsi a ricevere molti "no" sotto forma di lettere prestampate. Inoltre il contatto con gli editori, subissati da proposte e manoscritti, ha maggiori chances di successo se viene stabilito attraverso canali diretti e personali. Armatevi dunque di pazienza, e non perdetevi d'animo. Ma intanto, se volete, potete considerare una terza eventualità: quella dell'agenzia letteraria.

3 - La nostra proposta

La nostra proposta è strutturata in due fasi:

La prima fase è composta dalla consulenza editoriale, che ha l'obiettivo di conformare la vostra opera (il vostro manoscritto) agli standard editoriali più usati e di suggerire i percorsi più consoni per renderla adatta all'inserimento nel mercato editoriale. Diamo all'autore la possibilità di presentarsi professionalmente agli editori, e di aumentare la proprie chances di successo. Si tratta di una proposta molto concreta: individueremo editori con i quali i nostri consulenti editoriali hanno contatti diretti e faremo un editing ad hoc. Questa prima fase, è finalizzata alla realizzazione di un testo commerciabile, depurato dagli errori più comuni dei testi degli esordienti e migliorato nella sua leggibilità e struttura.

La seconda fase, a nostro giudizio la più importante, è la rappresentanza vera e propria dell'autore esordiente da parte di un agente letterario. Sarà proposta in un secondo contratto, in esclusiva, della durata di due anni minimo o tre, a seconda del genere letterario rappresentato. Durante questo periodo ci occuperemo noi di contattare gli editori, di proporre il libro, di presentarlo e diffonderlo. Non possiamo garantire la pubblicazione, ma se il progetto va in porto cisarà corrisposto un compenso in linea con le tariffe di rappresentanza italiane, concordata con l'editore, o un anticipo sul venduto.

In questo momento, il contratto di rappresentanza esclusivo è offerto limitatamente ad alcuni generi:

romanzi gialli, saggistica storica di divulgazione e attualità.

se volete saperne di più inviateci un'email all'indirizzo galliano.c@dq-editoriale.com .